E che castagnaccio alle rose sia!


Quando sono preoccupata per un evento inaspettato e non gradito, avendo tempo, cucino più del solito. E poi distribuisco ad amici e al contento vicinato! E spesso, nel mescolare i vari ingredienti, affiorano,  come piccoli germogli, sorprendenti intuizioni e soluzioni a quanto mi cruccia. Come oggi, che annusando l’aria all’ingresso della metropolitana, ho sentito il buon calore delle caldarroste e mi è venuta voglia di castagnaccio. Ma non il solito castagnaccio al rosmarino e pinoli, che tanto amo dai tempi dei girotondi e delle merende dalla nonna, avevo voglia di qualcosa di nuovo e un po’ più dolce. Così  seguendo la scia di un foltissimo mazzo di rose, che mi passa velocemente proprio sotto al naso tra un semaforo e l’altro, ripenso ai boccioli essiccati che avevo acquistato da Peck: e che castagnaccio alle rose sia!

Castagnaccio & rose


Ingredienti

Farina di castagne 500 g

Acqua 700 ml

Fruttosio 70 g

Mandorle pelate affettate 200 g

Uvetta 100 g

Boccioli essiccati di rose 4/5, oppure infuso alla rosa/essenza alimentare di rosa

Sale

Olio E.V.O. 50 g

Procedimento

Iniziate mettendo a bagno l’uvetta e preparando un infuso di rose utilizzando i 700ml di acqua. Lo potete ottenere con 2  bustine di infuso alla rosa già pronto, seguendo le istruzioni riportate sulla confezione oppure mettendo a bagno i boccioli di rose essiccati, ad uso alimentare, nell’ acqua bollente per 5/10 minuti. Unite poi il fruttosio (con 70 g risulterà abbastanza dolce; regolate aggiungendo un cucchiaio di fruttosio alla volta) fino a farlo sciogliere. Disponete in una ciotola capiente la farina di castagne e aggiungete tutto l’infuso di rose, poco alla volta mescolando con una frusta; quando avrete ottenuto un composto omogeneo, aggiungete 3/4 delle mandorle, lasciandone una parte per cospargere successivamente la superficie del castagnaccio, prima di infornarlo.

Dopo 10 minuti, strizzate e asciugate l’uvetta, quindi aggiungetela all’impasto, avanzandone sempre un piccola quantità; mescolate e infine aggiungete il sale.

A questo punto oliate una tortiera bassa rettangolare o rotonda del diametro di 30 cm circa, versate l’impasto e cospargete la superficie del castagnaccio con le mandorle e l’uvetta che avete tenuto da parte. Infine spennellate l’olio sulla superficie e fate cuocere in forno statico preriscaldato a 195° per 35 minuti (o in forno ventilato a 175° per 25 minuti). Quando sulla superficie si sarà formata una crosticina con delle crepe, sfornate e lasciate raffreddare. Conservate coperto e fuori dal frigo massimo 4/5 giorni.

Se vi va fatemi sapere com’è andata e buon appetito!

Letizia
Letizia

Mi chiamo Letizia e sono @the.terrible.chef.wife. Nella mia cucina mi piace sperimentare ricette vegetariane facili e gustose, senza lattosio e senza glutine. Ballo la salsa cubana e canto come mi viene mentre cucino!

Seguitemi nei miei Social Network

SEGUIMI

Cristiana Banchetti

Copyright © Cristiana Banchetti - Rimmel A Colazione. Tutti i diritti riservati
Normativa Privacy (G.D.P.R.) - Cookie Law